REGISTRAZIONE CONTRATTI: ULTERIORI ADEMPIMENTI PER I LOCATORI

La legge di stabilità 2016 ha disposto due nuovi adempimenti a carico dei locatori: una comunicazione al conduttore e un’altra (ove presente) all’amministratore di condominio dell’avvenuta registrazione del contratto di locazione.
Infatti il locatore, dopo aver provveduto alla registrazione del contratto (“nel termine perentorio di trenta giorni”), è tenuto “nei successivi sessanta giorni”, a darne “documentata comunicazione” al conduttore e all’amministratore di condominio, anche ai fini dell'ottemperanza agli obblighi di tenuta dell'anagrafe condominiale (art. 1130, primo comma, n° 6 del codice civile).
Questa disposizione si applica solo alle locazioni abitative soggette alla legge 431/’98.
All’amministratore di condominio si dovranno comunicare le generalità del conduttore (comprensive del codice fiscale e della residenza, o domicilio) e l’avvenuta registrazione del contratto di locazione.
Al conduttore la “documentata comunicazione” è da ritenersi assolta fornendo prova scritta dell’avvenuta registrazione del contratto (es.: ricevuta di registrazione, copia per intero o per estratto del contratto registrato).

 

 

confedilizia

assoutenti

AssindatColfN

gesticond

casavuoisapere