CONSORZI DI BONIFICA: FINE DI UN’ODIATA TASSA?
 
Un gruppo di parlamentari Pd ha promosso un progetto di legge per l’abolizione dei Consorzi di Bonifica. Finalmente, speriamo che sia la volta buona!
 
Confedilizia si sta battendo da anni contro questi Enti, fonte di sprechi e di spese assolutamente inutili a carico dei cittadini. Le opere di bonifica sono appaltate ad imprese esterne al consorzio mentre le spese proprie dell’Ente sono essenzialmente riferibili all’amministrazione (esazione canoni consortili) ed alla “governance” (le cosiddette spese generali): viaggi e trasferte conoscitive dell’apparato consiliare ecc.
 
L’art.1 del progetto di legge dispone la soppressione dei consorzi entro nove mesi: mentre le funzioni vengono trasferite ad altri Enti locali già costituiti. Eventuali contributi potranno essere richiesti solo con criteri di proporzionalità rispetto ai benefici ottenuti dalle diverse tipologie di proprietà immobiliari ed in ragione dell’attività svolta dagli Enti subentranti.
Tali criteri di proporzionalità verranno definiti con decreto fermo il limite massimo complessivo della copertura dei costi effettivamente sostenuti e documentati per lo svolgimento delle attività trasferite.
 
Confedilizia fornirà il massimo supporto all’iniziativa che si pone la finalità di risolvere una volta per tutte il problema dei consorzi di bonifica che si sono mostrati inadeguati per i compiti loro attribuiti.
 
Dott. Roberto Margiotta
Presidente Appe ‐ Confedilizia Bergamo
 

 

confedilizia

assoutenti

AssindatColfN

gesticond

casavuoisapere